Direzione scientifica e coordinamento

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • to_eng_flag

    Laureata e specializzata in Archeologia Medievale presso la Sapienza – Università di Roma, si è formata nei grandi scavi urbani di Roma della Crypta Balbi e del Palatino. Dal 2000 al 2006 è stata Archeologo Direttore presso la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Ostia ed attualmente è Archeologo Direttore e Coordinatore presso la Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma (SSCol). È stata Direttore del Museo dell’Alto Medioevo (2013-2105) e da giugno 2015 è Direttore del Museo Nazionale Romano – Crypta Balbi. E’ responsabile scientifico e coordinatore di importanti scavi archeologici a Roma, sia nell’area dell’Esquilino (Piazza Vittorio Emanuele II, Piazza Dante), che in altre zone del centro storico quali l’ Athenaeum e il complesso archeologico di Largo S. Susanna. Partecipa attivamente a progetti europei, come ARIADNE, progetto “Atlas des techniques de construction dans le monde romain” dell’Ecole Normale Supérieure e progetto AREA (Archives of European Archaeology). Ha partecipato alle commissioni ministeriali, con nomina del Ministro, per la realizzazione del Sistema Informativo Archeologico delle città italiane e dei loro territori, per l’Archeologia preventiva e al tavolo tecnico del MiBACT sugli Open data.
    Dal 2007 ha realizzato per la SSCol il Sistema Informativo Territoriale Archeologico di Roma di cui tutt’ora dirige e coordina il gruppo di lavoro.

    to_ita_flag

    She trained in Archaeology at University of Rome Sapienza, where she gained her Master’s Degree and her Master qualification in Medieval Archaeology. She has gained considerable experience working in the famous excavations of Crypta Balbi and Palatino. From 2000-2006 she was previously Archaeologist Director of the Soprintendenza per i Beni Archeologici di Ostia and now she is Archaeologist Director and Coordinator of the Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma (SSCol). From 2013-15 she was Deputy Director of the Museo dell’Alto Medioevo and of the Museo Nazionale Romano – Crypta Balbi since June 2015. She is  Scientific Coordinator of a number of important archaeological excavations in Rome, including the sites of Piazza Vittorio Emanuele II and Piazza Dante in the area of Esquilino, the Atheneum and the excavation in Largo S. Susanna. She is responsible for the Co-operation Agreement with European projects, such as ARIADNE, the Project of the Ecole Normale Supérieure “Atlas des techniques de construction dans le monde romain”, and  AREA (Archives of European Archaeology). She has served on the ministerial executive councils for the development of the Archaeological Informative System of the Italian cities, of the Preventive Archaeology  and she served on the technical discussion board of MiBACT for Open data.
    She has designed and developed the Archaeological Territorial Informative System of Rome for the SS-Col in 2007, and she is still the Deputy Director and Coordinator of SITAR Project work team.

Ufficio SITAR

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa laureata (2002) e Specializzata (2006) in Topografia di Roma e dell’Italia antica presso Sapienza – Università di Roma . Ha collaborato dal 2002 al 2007 con il Laboratorio di Cartografia Archeologica Sperimentale “Forma Italiae”, lavorando al progetto GIS per la “Tabula Imperii Romani”, all’implementazione del GIS del Progetto Censimento per la Cartografia Archeologica d’Italia nell’ambito del  P.O.N. “Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”. Dal 2005 al 2007 ha collaborato con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria per direzione e organizzazione lavoro di inventariazione e catalogazione dei beni archeologici. Dal 2000 lavora per il Ministero dei Beni Culturali presso la Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area Archeologica di Roma e dal 2009 collabora alla tutela e valorizzazione del I e del XIII Municipio di Roma. Dal 2007 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, collaborando allo sviluppo progettuale del Sistema, occupandosi dell’informatizzazione dei dati grafici e geografici per l’implementazione del sistema e curando anche gli aspetti di profilatura e accesso utenti e degli standard di consegna della documentazione archeologica.

    She trained in Archaeology at University of Rome Sapienza, where she earned her Master’s Degree (2002) and her Master qualification in Topography of Ancient Italy (2006). From 2002-2007 she worked with the Archaeological Cartography Lab “Forma Italiae” bringing about a GIS for “Tabula Imperii Romani” and working on the implementation of the GIS for the Project Censimento per la Cartografia Archeologica d’Italia (P.O.N. “Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”). At the Soprintendenza Archeologia dell’Umbria, from 2005-2007, her work included recording and cataloguing of cultural heritages. She is working at MiBACT into the Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area Archeologica di Roma since 2000. She is dealing with protection and promotion of I and XIII district of Rome since 2009. As part of SITAR Project work team since 2010, she is taking part in developing the SITAR Project System and she is dealing with collection and computerization of data. She is also addressing the issue of profiling and access users and standard delivery of the archaeological records.

    Email: giorgia.leoni@beniculturali.it

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Laureata in Lettere Classiche (2003) presso l’Università di Roma la Sapienza con una tesi in Epigrafia Greca, ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento secondario superiore del latino e del greco con una tesi su Medea di Euripide (2006). Successivamente, si è specializzata presso la Scuola di Specializzazione in Beni Archivistici e Librari dell’Università di Roma la Sapienza (2011) con una tesi in Paleografia Latina. Dal 2000 lavora per il Ministero dei Beni Culturali presso la Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area Archeologica di Roma e dal 2010 collabora alla tutela e valorizzazione del I e del XIII Municipio di Roma. Dallo stesso anno fa parte del gruppo di lavoro del progetto SITAR, collaborando allo sviluppo progettuale del Sistema curandone gli aspetti archivistici e quelli relativi al tema dell’Open access e Open Data in ambito archeologico. Coordina, inoltre, la collaborazione con  l’Archivio Centrale dello Stato.

    She trained in Archaeology at University of Roma Sapienza, where she earned her Master’s Degree in Classical Literature (2003), with a research focused on Greek Inscriptions. She has teaching qualification in Latin and Greek at High Schools (2006), with a study of Medea by Euripide. She has a Master qualification in Archivial Studies at the University of Rome Sapienza (2011). She is working at MiBACT into the Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area Archeologica di Roma since 2000. She is dealing with protection and promotion of I and XIII district of Rome since 2010. As part of SITAR Project work team since 2010, she is taking part in developing the SITAR Project System and she is addressing the issue of library and archival aspects as well as the issue of Open Data and Open access in Archaeology. She is also co-ordinating the Co-operation agreement with the Central Archive of Rome.

    Email: ilaria.jovine@beniculturali.it

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa, Dottore di ricerca in Metodologia della Ricerca archeologica all’Università di Sassari, con un studio incentrato sulla valutazione del potenziale archeologico in area urbana. Esperta in GIS, ha conseguito il Master di II livello in Geotecnologie per l’archeologia (2009) presso l’Università di Siena. Ha collaborato con la Soprintendenza Archeologia della Sardegna all’esecuzione di numerosi interventi di scavo urbano e per la redazione del Piano Urbanistico Comunale di Porto Torres. Dal 2009 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare quelli relativi al Rione Esquilino e dei temi dell’Open Access e Open Data in ambito archeologico.

    PhD in Methodology of Archaeological Research at the University of Sassari, with a research focused on the evaluation of archaeological potential in urban areas. GIS-expert, she earned a Master (II level) in Geotechnologies for Archaeology (2009) at the University of Siena. Prior to her current job, she worked on the Urban Master Plan of the city of Porto Torres for the Soprintendenza Archeologia della Sardegna. As part of SITAR Project work team since 2009, she is dealing with the collection and data entry of Esquiline district’s archaeological data and she is addressing the issue of Open Data and Open access in Archaeology.

    Weblinks: Academia.edu  LinkedIn   Email: boivaleria@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologo laureato all’Università di Siena nel 2004. Ha collaborato attivamente con il LIAAM (Laboratorio di Informatica Applicata all’Archeologia Medioevale) di Siena e da allora si occupa di implementazione di sistemi GIS e di informatizzazione dei dati. Ha partecipato e diretto scavi di archeologia preventiva nella piana di Sesto Fiorentino in stretta collaborazione con la Soprintendenza Archeologia della Toscana, l’Università di Siena, l’Istituto Fiorentino di Preistoria. Nel 2009 ha condotto la campagna di scavo, restauro e rilievo digitale del Nuraghe Santu Antine di Torralba (SS) e dal 2010 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare quelli dei Municipi I, III, IV, VII, IX. All’interno del progetto si occupa di archeologia pubblica e di comunicazione dei contenuti archeologici nella rete, partecipando alla progettazione e sperimentazione della Knowledge Base del Progetto SITAR.

    He earned his Master’s degree in Prehistoric Archaeology at the University of Siena (2004). He has gained considerable experience working at the LIAAM ( Information Technology in Archaeology Lab) of Siena, focused on implementation of GIS system, data digitalization and digital survey. He worked on the important prehistoric sardinian site of Nuraghe Santu Antine di Torralba (SS) in 2009. As part of SITAR Project work team since 2010, he is dealing with collection and data entry of I, III, IV, VII, IX districts of Rome and he is addressing the issue of public archaeology. He is also responsible for networking of archaeological content and he came up with the testing of the first Knowledge Base for SITAR Project.

    Weblinks: Profilo Academia.edu   Email: arjunacecchetti@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa laureata (2003) e Specializzata in Topografia dell’Italia Antica (2007) alla Sapienza – Università di Roma. Ha conseguito il Master di II livello in GIS e telerilevamento per la pianificazione geoambientale, presso l’Università di Roma Tre (2010). Si è occupata di survey e rilievo strumentale per lo studio dell’urbanistica antica e del paesaggio storico. Ha collaborato con il Laboratorio di Cartografia Archeologica Sperimentale “Forma Italiae” e ha lavorato all’implementazione del GIS del Progetto Censimento per la Cartografia Archeologica d’Italia nell’ambito del  P.O.N. “Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”. Dal 2010 fa parte del gruppo di lavoro del progetto SITAR occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati del II e VII e I ex XVII Municipio e del progetto relativo alla tutela e valorizzazione dei Colombari di Vigna Codini attraverso la realizzazione di modelli 3D.

    She trained in Archaeology at University of Rome Sapienza, where she gained her Master’s Degree (2006) and her Master qualification in Topography of Ancient Italy (2007). Master (II level) in GIS and remote sensing for the geographical and environmental planning (2010) at the Roma Tre University. She dealt with archaeological and digital survey for the study of the ancient and historical landscape. She worked with the Archaeological Cartography Lab for the “Forma Italiae” and brought about the development of the GIS for the Project Censimento per la Cartografia Archeologica d’Italia (P.O.N. “Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”). As part of SITAR Project work team since 2010, she is dealing with collection and data entry of II, VII districts of Rome and she is responsible for the project of promotion of Vigna Codini Columbaria and their 3d models.

    Email: cristiana.cordone@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa laureata (2006) e Specializzata (2010) in Topografia di Roma e dell’Italia antica presso Sapienza – Università di Roma . Ha collaborato con il Laboratorio di Cartografia Archeologica Sperimentale “Forma Italiae” e ha lavorato all’implementazione del GIS del Progetto Censimento per la Cartografia Archeologica d’Italia nell’ambito del  P.O.N. “Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”. Dal 2008 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, che è stato anche oggetto della sua tesi di Specializzazione, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare di quelli relativi all’area dei Municipi: I, VII, IX, XIII, dell’archivio storico ADA e dell’archivio Gatti conservato presso l’Archivio Centrale dello Stato. All’interno del progetto si occupa di archeologia pubblica e della diffusione dei contenuti archeologici nella rete, con un’attenzione particolare per la LIS- Lingua dei Segni Italiana, partecipando alla progettazione e sperimentazione della Knowledge Base del Progetto SITAR.

    She trained in Archaeology at University of Rome Sapienza, where she gained her Master’s Degree (2006) and her Master qualification in Topography of Ancient Italy (2007). She worked with the Archaeological Cartography Lab for the “Forma Italiae” and brought about the development of the GIS for the Project Censimento per la Cartografia Archeologica d’Italia (P.O.N. “Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”). As part of SITAR Project work team since 2008, which was previously the subject of her Graduated School’s thesis, she is dealing with collection and data entry of: I, VII, IX, XIII districts of Rome, ADA historical archive and the Gatti’s one at the Central Archive of Rome. She is addressing the issue of public archaeology and she is also responsible for disseminating project’s content, in particular with regard to LIS (Italian Sign Language) language, coming up with the testing of the first Knowledge Base for SITAR Project.

    Weblinks: Profilo Academia.edu   Email: federica.lamonaca@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa laureata alla Sapienza – Università di Roma (1995) in Metodologia della Ricerca archeologica con una tesi sulla Crypta Balbi. È stata Assegnista di ricerca (2002-2005) presso l’Università di Siena con un progetto sulla stratigrafia degli elevati della Crypta Balbi e relativi modelli 3d. Ha curato la realizzazione grafica e digitale dei rilievi in numerose campagne di scavo, in particolare quella della Crypta Balbi ed è tutt’ora responsabile della documentazione grafica dello scavo di Gortina (Creta). Docente a contratto presso l’Università di Siena (1996-2008) e dal 2005 presso l’Università di Roma Tre con Laboratori di rilievo e informatica applicata ai beni culturali. Dal 2010 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare dei Municipi IV Sud, V, VI, VIII, del complesso della Crypta Balbi e del progetto relativo alla tutela e valorizzazione dei Colombari di Vigna Codini attraverso la realizzazione di modelli 3D.

    She trained in Archaeology at University of Rome Sapienza, where she earned her Post-graduate’s Degree in Methodology of Archaeological Research, with a study of Crypta Balbi. She gained a research grant (2002-2005) at the University of Siena with a project of the analysis of Crypta Balbi’s stratigraphys and its 3d reconstruction. She has gained considerable experience in digital survey working in many archaeological excavation, such as Crypta Balbi, and she is still responsible for digital and graphical documentation of Gortina (Creta). Visiting Professor of Digital Survey and Information Technology in Archaeology at the University of Siena (1996-2008) and at Roma Tre University since 2005. As part of SITAR Project work team since 2010, she is dealing with collection and data entry of IV, V, VI, VIII districts of Rome and Crypta Balbi monuments; she is also responsible for the project of promotion of Vigna Codini Columbaria and their 3d models.

    Email: stefaniapicciola@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa, Dottore di ricerca in Metodologia della Ricerca Archeologica con una tesi sulla ricostruzione del paesaggio antico del suburbio portuense. Ha conseguito il Master di II livello in Geotecnologie per l’archeologia (2009)  presso l’università degli Studi di Siena e da diversi anni si occupa di nuove tecnologie applicate all’archeologia e GIS. Ha collaborato con la Soprintendenza Archeologia della Sardegna per numerosi interventi di scavo urbano. Dal 2009 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare al territorio del Municipio XI, e del tema degli Open Data in ambito archeologico.

    PhD in Methodology of Archaeological Research at the University of Sassari, with a research focused on the study of the Ancient Suburban Landscape of Portuensis area. She has a Master (II level) in Geotechnologies (2009) for Archaeology at the University of Siena. Prior to her current job, she worked on urban excavations for the Soprintendenza Archeologia della Sardegna. As part of SITAR Project work team since 2009, she is dealing with the collection and data entry especially of XI district of Rome, and she is addressing the issue of Open Data in Archaeology.

    Weblinks: Profilo Accademia.edu   Email: milena.stacca@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa laureata in archeologia cristiana e medievale (2014) all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Specializzanda alla Sapienza – Università di Roma. Ha perfezionato le proprie competenze nell’applicazione delle tecnologie digitali in archeologia seguendo corsi professionali di sistemi GIS, rilievo digitale 2d, 3d e di fabbricazione digitale. Specializzata nello studio di edifici religiosi paleocristiani e medievali, dal 2013 è una collaboratrice del Progetto europeo CARE (Corpus Architecturae Religiosae Europee). Dal 2015 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare quelli dell’area del Foro Boario e degli edifici religiosi.

    She earned her Master’s Degree in Christian and Medieval Archaeology (2014) at the University of Rome “Tor Vergata” and she is attending the Specialization School in Cultural and Archaeological Heritage at the University of Rome Sapienza. She trained in using digital technologies for archaeology, GIS system, 2d and 3d digital survey and 3d models for Cultural Heritage. Her research interests includes the study of paleochristian and medieval churches and she is part of the European CARE Project (Corpus Architecturae Religiosae Europee). As part of SITAR Project work team since 2015, she is dealing with collection and data entry, in particular with regard to Forum Boario area and to religious buildings.

    Weblinks: Profilo Accademia.edu   Email: emanuela.dig@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologo laureato (2010) e Specializzato (2014) in Metodologia della Ricerca archeologica alla Sapienza – Università di Roma, ha studiato e approfondito diversi aspetti relativi alle cosiddette Terme di Elagabalo. Dal 2006 si è occupato del rilievo diretto e indiretto durante le campagne di scavo alle pendici NE del Palatino e recentemente ha contribuito al rilievo fotogrammetrico e vettoriale dei mosaici della basilica della Natività di Betlemme. Fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR dal 2014, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare di quelli della Domus Tiberiana e dell’area dei Municipi IV Sud, V e VI e I ex XVII.

    He trained in Archaeology at University of Rome Sapienza, where he earned his Master’s Degree (2010) and his Master qualification (2014) in Methodology of Archaeological Research, with a research focused on the monument of the so called Terme di Elagabalo. He is responsible for digital archaeological surveys during the excavations at Palatino’s north-est area since 2006. He has recently worked on digital survey of the mosaics of the Church of the Nativity in Bethlehem with photogrammetry technics. As part of SITAR Project work team since 2014, he is dealing with collection and data entry of Domus Tiberiana and IV, V, VI districts of Rome.

    Weblinks: Profilo Academia.edu   Email: linotraini@hotmail.it

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologo laureato all’Università di Padova, ha proseguito gli studi all’Università “Roma Tre” conseguendo una laurea di secondo livello con una tesi sulla storia del sito di porta Capena. Ha conseguito il titolo di archivista e paleografo presso la Scuola biennale di Paleografia, Diplomatica e Archivistica dell’Archivio Segreto Vaticano (2014). Dottore di ricerca all’Università “Roma Tre” si è occupato di disegno dall’antico e di storia dell’antiquaria nella Roma del XVII secolo. È tra i promotori del movimento “Fotografie libere per i Beni Culturali”. Dal 2015 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR occupandosi  della raccolta, digitalizzazione e inventariazione dell’archivio Gatti conservato presso l’Archivio Centrale dello Stato.

    He earned his Bachelor’s Degree at the University of Padova and he his Master’s Degree at the Roma Tre University with a study about Porta Capena. He has a qualification in Paleography and Archivial Studies (2014) at the Vatican School of Paleography, Diplomatics and Archives Administration. PhD in Roman Antiquarianism  at Roma Tre University, focused on the Rome of  the second half of the Seventeenth Century. He is a firm supporter  of the movement “Free Photographs for Cultural Heritage”. As part of SITAR Project work team since 2015 he is dealing with collection and data entry of the Gatti’s Archive at the Central Archive of Rome.

    Weblinks: Profilo Academa.edu   Email: mircomodolo@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa laureata all’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” (2011) e Specializzata (2016) alla Sapienza – Università di Roma con una tesi in Topografia Medievale. Ha perfezionato le proprie  competenze nell’applicazione delle tecnologie digitali partecipando a diverse campagne di scavo, in particolare a quella del sito altomedievale della Castellina (Scarlino-GR). Dal 2016 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare quelli dell’area del IV Municipio.

    She trained in Archaeology at University of Naples “L’Orientale”, where she also earned her Master’s Degree in 2011. She earned a Master qualification (2016) in Medieval Topography at University of Rome Sapienza.  She acquired skills in digital technologies during many archaeological excavation, such as the early medieval one at Castellina (Scarlino-GR). As part of SITAR Project work team since 2016, she is dealing with the collection and data entry of IV district of Rome.

    Email: romananna83@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Archeologa laureata triennale in Archeologia dell’Architettura all’Università di Roma Tre (2014). Nel 2015 ha collaborato con il progetto P.R.I.N. “Roma, zona archeologica monumentale: conoscere per valorizzare”, dove si è occupata dell’elaborazione digitale dei dati. Nello stesso anno ha partecipato alla campagna di scavo al Palatino in qualità di addetta al rilievo diretto e indiretto e alle elaborazioni grafiche. Dal 2016 fa parte del gruppo di lavoro del Progetto SITAR, occupandosi della raccolta e digitalizzazione della documentazione d’archivio e inserimento dei dati, in particolare quelli della Meta Sudans e dell’area dei Municipi IV, VIII.

    She earned her Bachelor’s Degree (2014) at the Roma Tre University. She worked on P.R.I.N. Project “Roma, zona archeologica monumentale: conoscere per valorizzare”, dealing with digital survey in 2015. In the same year she was one of the responsible for the archaeological surveys during the Palatino’s excavation of the University of Sapienza. As part of SITAR Project work team since 2016, she is dealing with the collection and data entry especially of IV, VIII districts of Rome and of Meta Sudans area.

    Email: GIO.PASQUALI@stud.uniroma3.it

System design e implementazione

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • GIS-expert and member of the system-design workgroup of the SITAR Project. He deals with the design and the evolution of the webAIS platform logic & applicative architecture, the integration with other knowledge management systems, and the cooperative work in SITAR through resilient networking environments, such as the italian NREN GARR-X.

    Web links: ResearchGate  Email: adt.andrea.detommasi@gmail.com

Gruppo di lavoro Progetto SITAR
  • Sistemista ed esperto di networking presso il CED della Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Archeologia di Roma