L’evento “Innovating Colosseo” alla Networking Conference 2016 di Praga

  • Praga, 13 giugno 2016

    Grazie alla partecipazione del Consortium GARR alla Networking Conference 2016 di Praga, la più grande e prestigiosa conferenza europea sulle reti della ricerca, l’evento “Innovating Colosseo” è stato presentato all’ampio pubblico di partecipanti quale esempio paradigmatico delle iniziative di collaborazione in corso tra il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e GARR, Rete Italiana della Ricerca e dell’Istruzione.

    Durante la Conferenza, i rappresentanti del GARR hanno illustrato gli aspetti tecnologici dell’evento “Innovating Colosseo”, tenutosi il 13 ottobre 2015 a Roma e appositamente promosso dal GARR e dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’Area Archeologica di Roma, per inaugurare il collegamento in fibra ottica alla rete GARR di diverse sedi museali nazionali e di siti archeologici di alto interesse culturale, gestiti dalla stessa Soprintendenza.

    In particolare, la presentazione alla Networking Conference 2016 si è focalizzata sul backstage tecnologico allestito a supporto della splendida performance teatrale e musicale, diretta dal regista Giorgio Barberio Corsetti e ambientata e messa in scena, in tempo reale, tra il Colosseo, la Crypta Balbi, le Terme di Diocleziano e il Laboratorio dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Frascati.

    Il successo ottenuto dal format di “Innovating Colosseo” ha dato esito ad una nuova collaborazione tra GARR e Soprintendenza, grazie alla quale verrà messa in scena la nuova performance “Il ratto di Europa“, inserita nel programma del Roma-Europa Festival che si terrà nel mese di novembre prossimo.

    Link alla presentazione GARR alla Networking Conference 2016

    Link alle pagine web dell’evento “Innovating Colosseo”

    Altre news e immagini della presentazione sono disponibili ai seguenti links:
    Facebook
    https://www.facebook.com/104837606272895/photos/?tab=album&album_id=1056177494472230
    https://www.facebook.com/ConsortiumGARR
    Twitter
    https://twitter.com/ConsortiumGARR

    Link al programma dell’evento “Il ratto di Europa“:
    http://romaeuropa.net/festival-2016/il-ratto-di-europa/

  • (a cura dell’Ufficio Comunicazione e Relazioni esterne del Consortium GARR)

    Collaborazione GARR – Soprintendenza
    La collaborazione tra il GARR e la Soprintendenza si inserisce all’interno di una strategia di utilizzo delle nuove tecnologie ICT al servizio della conservazione, studio e valorizzazione dello straordinario patrimonio culturale del nostro Paese.
    Un esempio concreto è il sistema territoriale SITAR (il catasto web delle informazioni archeologiche del territorio metropolitano di Roma che gestisce dati in continua crescita), realizzato interamente dalla Soprintendenza, con strumenti tecnologici all’avanguardia.
    Si tratta di un modello virtuoso da estendere a livello italiano e mondiale, sfruttando al meglio le potenzialità di un collegamento in fibra ottica.
    Le sedi della Soprintendenza collegate alla rete GARR Sono connesse alla rete della ricerca le sedi di: Colosseo, Foro Romano e Palatino, Museo Nazionale Romano (Crypta Balbi, Palazzo Altemps, Palazzo Massimo, Terme di Diocleziano).

    Innovating Colosseo
    Innovating Colosseo, spettacolo ideato da GARR insieme al regista Giorgio Barberio Corsetti, è un esempio di ricerca artistica e contaminazione tra competenze diverse. Grazie ai collegamenti in fibra ottica, ha visto gli attori interagire contemporaneamente in diretta e ad altissima definizione da quattro luoghi diversi: Colosseo, Crypta Balbi, Terme di Diocleziano, Laboratori Nazionali di Frascati INFN.
    In questo evento, la rete multidisciplinare ha trovato una sua espressione di grande efficacia riuscendo ad unire l’incredibile patrimonio culturale del nostro paese, la ricerca in ambito archeologico e quella nel settore più avanzato della fisica delle alte energie. Un connubio che dimostra come la rete, unita alla ricerca nel campo delle performing arts, possa essere uno strumento potente non solo per la divulgazione scientifica ma anche per la valorizzazione della conoscenza in ambito culturale e della fruizione del patrimonio del nostro paese.